Riscaldamento radiante

Riscaldamento radiante

Perché un sistema radiante

Un sistema di riscaldamento radiante funziona distribuendo una serie di tubazioni all’interno di una superficie generalmente molto vasta che consente di riscaldare la superficie stessa e di creare, quindi, una superficie radiante molto vasta all’interno dell’edificio. Il riscaldamento avviene prettamente per irraggiamento ed in parte per convezione naturale. Questo sistema di riscaldamento dei volumi consente un notevole risparmio di energia dovuto principalmente a due motivi:

  • La temperatura dell’acqua che circola nelle tubazione è notevolmente ridotta se comparata ai tradizionali sistemi a termosifoni. Le caldaie a condensazione e le pompe di calore sfruttano questa caratteristica del sistema di distribuzione del calore per produrre in maniera molto efficiente (rendimenti fino al 108% per le caldaie, COP anche oltre il 4 per le pompe di calore) il calore necessario all’abitazione;
  • La temperatura percepita in ambiente dalle persone che lo frequentano è la media tra la temperatura ambiente e la temperatura media radiante. Questo significa che se l’ambiente si trova a 18°C e la superficie radiante (soffitto o pavimento) si trova a 22°C, la temperatura percepita dalle persone che frequentano tale ambiente è di 20°C.

 

Altri sono i benefici legati alla presenza di un sistema radiante che elenchiamo qui sotto:

  • Assenza di corpi scaldanti a parete, miglior utilizzo delle pareti;
  • Assenza di corpi scaldanti ad alta temperatura a parete (radiatori) che scaldano l’ambiente per convezione e che producono quindi uno spostamento di aria all’interno della stanza (strisce scure accanto ai radiatori);
  • Assenza di fenomeni di convezione naturale, minor polvere in circolo per la casa;
  • Uniformità della distribuzione del calore all’interno della stanza, assenza di differenza di temperatura all’interno della stanza.